Torino a cielo aperto

Un Festival d’estate per ripartire e iniziare a riprendere confidenza con un “mondo culturale non in streaming” è la proposta per allietare i mesi più torridi, per chi rimane in città o vorrà visitare il capoluogo piemontese.

Torino a cielo aperto, il cui programma è iniziato il 1° Giugno, proseguirà sino al 30 settembre coinvolgendo 12 location (al momento causa nubifragio del 7 luglio sono 11, in quanto il punto verde Ginzburg park festival sarà inagibile fino al ripristino delle condizioni di sicurezza) disseminate in diversi punti della città.
Ideato dall’assessorato alla Cultura e realizzato da Fondazione per la Cultura Torino, grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo e Iren, la kermesse offre un’ampia proposta che spazia da spettacoli di teatro, musica, cinema, a laboratori per bambini e giovani, da attività di wellness e a contatto con la natura a talk e seminari che animeranno cortili, parchi e giardini. Una rassegna diffusa e varia che intende soddisfare interessi multiformi e adatti ad ogni tipo di pubblico, dai più grandi ai più piccini, per un’estate all’insegna di spettacoli, proiezioni, concerti e non solo, in piena sicurezza e nel rispetto delle nuove prescrizioni dei decreti per l’emergenza Covid.

All’interno dell’ampio palinsesto il cui programma completo è consultabile alla seguente pagina web Torino a cielo aperto, da segnalare per quanto riguarda il cinema l’undicesima edizione itinerante di “Cinema in famiglia”, in programma fino al 21 agosto, che avràluogo tra Piazza del Piano, piazzale Rostagno, Parco Rignon e via di Nanni. Concerti di musica e teatro contemporaneo sono di casa invece sino al 30 settembre presso lo storico spazio dell’Hiroshima Mon Amour di Via Carlo Bossoli, 83. Molteplici le opportunità per fruire di musica, teatro, cinema e attività di aggregazione fino a fine settembre, sono quanto offre “E… STATE in casa” il cui cartellone, curato dall’Agenzia di Sviluppo Locale San Salvario, animerà gli spazi dell’Aiuola Ginzburg e del cortile della Casa del Quartiere. Così come “Barriera a cielo aperto”, manifestazione ideata dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema che si snoda in 65 appuntamenti di arte, cinema, musica, radio, workshop e incontri tra il Cineteatro Monterosa, i Laboratori di Barriera in via Baltea, i Bagni pubblici di via Agliè e l’orto urbano del Boschetto, nel quartiere di Barriera di Milano.

Estati originali e inedite, quelle proposte dall’Associazione al Museo del Fantastico e della Fantascienza di piazza Riccardo Valla, dove il Mufant si trasforma nella cornice di giornate a tema, laboratori, performance, presentazioni librarie e serate culturali, comele pure le attività culturali e di aggregazione di “E/state in Svincoli” presso l’ex Cimitero San Pietro in Vincoli.

G. B.

Per saperne di più: https://www.torinoestate.it/torinoacieloaperto/

CHIUDI

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti! I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi